Pavimentazione e rivestimento bagni: colori e tendenze 2016

Pavimentazione e rivestimento bagni: ecco i colori, le combinazioni cromatiche, i motivi e le tendenze del 2016, dal pure white fino all’effetto legno

Pavimentazione e rivestimento bagni: il 2016 è un anno caratterizzato dal grande ritorno dei colori pieni accostati a cromie a contrasto. Ma non solo. Il lavabo e i sanitari abbracciano le romantiche, tenui e delicate nuance pastello.  Motivi fantasiosi geometrici, piastrelle di forma esagonale, finiture dalle texture più disparate arredano il bagno con classe e qualità. Ma è anche l’anno del pure-white, che dona alla stanza dedicata al benessere ed alla cura del corpo, un senso di leggerezza, freschezza, pulizia contribuendo anche a massimizzare gli spazi.

Il ritorno delle piastrelle esagonali e non solo: la stanza dedita al relax diventa “Nature”

Le piastrelle più scelte e più apprezzate per il loro effetto estetico di grande impatto visivo sono quelle esagonali, che danno vita a motivi oppure a disegni mai statici, ma che ricreano un senso di movimento e di tridimensionalità. Tra i colori ritroviamo bianco, nero, rosso, giallo, azzurro e grigio. Singolari sono le combinazioni in stile Optical Art ma oltre al colore, quest’anno, nell’ambito dell’interior design, ritroviamo anche forme e materiali “naturali” che ricreano un ambiente green anche in bagno. E’ possibile utilizzare il legno, combinato con il marmo oppure con la pietra, per dare vita a suggestive atmosfere che ricreano alla perfezione scenari naturalistici paradisiaci oppure in alternativa è possibile optare per listelli che richiamano le naturali venature del legno. E l’imitazione perfetta del legno va di pari passo con i progressi nell’ambito della tecnologia digitale. Alla ceramica, inoltre, da un pò di tempo, si affianca anche l’impiego delle resine, resistenti e dalle caratteristiche tecniche davvero interessanti.

tile-388851_1920

Il liscio e l’opaco si fondono insieme per ricreare ambienti di forte impatto visivo

E adesso, diamo uno sguardo alle pareti. Il 2016 vede il tronfo delle texture a contrasto: lucido e opaco, liscio e ruvido. Tutto ciò è in grado di ricreare suggestive atmosfere, attraverso un gioco di luci molto caratteristico ma non solo. Superfici lisce e granulose, combinate ad arte tra loro, ricreano scenari “rubati” a Madre Natura di forte impatto visivo: sembrerà di stare in una grotta del benessere oppure in una famosa SPA, soprattutto se si sceglie di arredare il bagno puntando, ad esempio, su docce a cascata, piante sospese, luci soffuse e cromie neutre e naturali.

bath-2192_1280

L’arredo diventa colorato, per spezzare la monotonia cromatica del bianco

In bagno l’arredo riveste un ruolo di primaria importanza. Oggi la tendenza va dal total white, simbolo di pulizia e di luminosità all’impiego dei sanitari “colorati”. Si va dal grigio dei piatti doccia, ai wc sospesi declinati in black and white. Il lucido appare oggi demodé, sostituito egregiamente dall’effetto polveroso e invecchiato del bagno declinato in Shabby Chic che rende i bagni romantici, eleganti e luminosi. La parola d’ordine è essenzialità e i bagni industrial style, che imitano nelle forme e nelle linee i loft industriali, rispondono adeguatamente a questa precisa esigenza di stile. Tra i colori ritroviamo oro, marrone e bianco e nuance chiare e delicate, come il rosa quarzo e l’azzurro serenity, eletti da Pantone colori dell’anno e che infondono calma, serenità, armonia. Tra le novità, inoltre, segnaliamo anche la presenza del capitonnè, dei sanitari ergonomici e tondeggianti, vasca e lavabo dal design vintage, mobili modulari ed altamente componibili, motivi d’ ispirazione Zen, volumi netti e definiti nel bagno d’ispirazione moderna.

Quest’anno, dunque, si registra il ritorno del classico e dello stile Nature, entrambi interpretati, sia nella pavimentazione che nel rivestimento del bagno ( oltre che nei complementi ed accessori d’arredo) da tonalità pastello tenui e delicate. Il bagno è curato nei minimi dettagli, diventando così la sala adibita al relax ed al rinnovo dei sensi.

Arredare il bagno: sguardo alle tendenze del 2016

Ecco come arredare il bagno: shabby-chic, country, urban, classico, contemporaneo con un occhio sempre attento agli ultimissimi trend 2016

Come arredare il bagno nel 2016? Quali stili prediligere? Dalle atmosfere vintage allo stile country, dallo shabby chic al mood urban or industrial, dal minimal chic al classico: lo spazio della casa adibito alla cura ed all’igiene della persona, al benessere psicofisico ed al relax mente-corpo tende a trasformarsi sempre più in una SPA, in un luogo ove trascorrere il tempo necessario per coccolarsi un pò. Che sia classico o contemporaneo non importa. Tutt’al più interessa che sia pratico, poli-funzionale, agevole, esteticamente impeccabile e che richiami, nelle proporzioni, nei volumi, nelle forme e nei colori lo stile della casa.

Il bagno declinato in total white

Il bianco è uno dei colori che, nella moda e nell’arredo, è ritornato a campeggiare un pò ovunque: lo ritroviamo sui pensili della cucina, sui mobili della zona living e anche in bagno. Si tratta di un colore che, a prima vista, può evocare un senso di freddezza, ma a dispetto dei miscredenti, il bianco regala allo spazio un senso di freschezza, leggerezza, pulizia. In un ambiente classico così come in uno spazio urban o comunque dalle forti connotazioni contemporanee è in grado di regalare luce e candore. E’ possibile optare anche per un pure white, scegliendo così tutti i complementi d’arredo in bianco. Se si scelgono le superfici lisce, inoltre, l’intero contesto apparirà decisamente “alleggerito”. Ecco un esempio di bagno allestito puntando sul bianco:

bagno-total-white

L’arredo è in total white. Di forte impatto visivo è il top in legno chiaro, che rievoca immagini di purezza, prese dal mondo di Madre Natura. Lo stile natural, in linea con le ultimissime tendenze, dona a tutto lo spazio circostante leggerezza, luminosità e con i dettagli provenienti dal mondo della natura, in questo caso il legno, espediente in grado di conferire alla sala del benessere un tocco rustico, ricrea spazi “rubati” a scenari naturalistici. Il bianco, inoltre, sembra amplificare le dimensioni: un bagno piccolo apparirà più grande. Allo stile natural, inoltre, è possibile inserire complementi d’arredo oltre che in legno, anche in marmo o in pietra, in sughero oppure fiori e piante, tappeti o elementi decorativi dai colori rubati alla Madre Terra ( come azzurro cielo, verde bosco, marrone).

Scavolini ha di recente ampliato la sua offerta, includendo interessanti proposte di arredo non solo per cucine, ma anche per bagni e zona living. Soffermandoci sui secondi ed in particolare sul bianco, ecco la collezione Baltimora:

5424_bagno_Baltimora_03[1]

Charme ed eleganza, rotondità per i lavabi, complementi d’arredo sofisticati e con elementi terminali curvi, per un look in bianco ed una varietà compositiva in grado di esprimere il gusto del classico. Raffinatezza senza tempo, pregiate soluzioni per unire benessere e cura di sé ad uno stile intramontabile ed esclusivo.

Il bagno classico può essere impostato anche sul retrò, puntando sullo stile provenzale oppure sullo shabby chic: mobilio “polveroso” dalle nuance pastello oppure rigorosamente in total white, come questo, che esprime un forte senso del vissuto ma nel contempo si mostra molto chic:

bagno-shabby-chic

Il bagno 2016 è anche industrial-chic

Oltre al bianco o meglio, al pure white, quali altri elementi decorativi, colori o ancora stili o complementi d’arredo sono di tendenza? Per quanto riguarda la palette cromatica, oltre al bianco, non dimenticate la gamma dei marroni, tra cui spicca il castagno, ma anche il verde petrolio. Perfetti sono anche il bronzo e l’oro, da abbinare al  bianco per conferire allo spazio un allure classica o romantica. Per quanto riguarda lo stile industriale ,tornato decisamente alla ribalta,  si alle piastrelle “inglesi”, che inserite come elemento decorativo per vasca da bagno o porzioni di muro e di spazio, ricreeranno le ambientazioni tipiche delle fabbriche di una volta o ancora è possibile puntare su una pavimentazione in cemento e su colori come il grigio e il marrone, o ancora su tutte le nuance neutre. Il bagno industrial-chic è minimal, essenziale e “pulito”, ma nel contempo elegante e fortemente caratterizzato dall’assenza di elementi decorativi, come fregi, orpelli . Tutto questo perché lo stile è si industriale, ma nel contempo chic . Il colore nel bagno 2016, inoltre,  ha precise connotazioni: mira a creare un forte impatto visivo e conferisce “carattere” e sostanza all’intera sala adibita al relax. Ad esempio è possibile optare per il nero per declinare bidet e vasca da bagno.

bagno-industrial

Arredare il bagno: le altre tendenze

Classico, industrial-chic, shabby-chic, total white oppure… rustico e campagnolo? Legno “grezzo”, rame, pietra, materiali naturali e colori delicati: lo spazio dedicato al benessere si trasformerà in un ambiente “campagnolo”, caldo e accogliente. Chi invece preferisce abbandonare il laccato, può sempre puntare sull’opaco, mentre tra le conferme vi segnaliamo l’impiego della carta da parati, che posta solo in alcune porzioni della sala e scelta in motivi e colorazioni a tema, contribuirà ad esaltare lo stile e ad amplificare sensazioni di benessere e pace dei sensi. La tendenza odierna è quella di unificare lo stile del bagno all’intero contesto abitativo, ri-creando, di volta in volta, una linea, un continuum indissolubile con le altre stanze. A ritornare sarà anche il miscelatore per doccia, che assumerà una veste tutta nuova, perché sarà lussuoso e chic, mentre i copri-water saranno sempre più decorati, colorati e fashion e realizzati in materiali innovativi! Si anche a vasche ad angolo e ai sanitari “sospesi”.

Arredare il bagno, implica la scelta di un preciso stile e gli aspetti da valutare rientrano sia nell’estetica che nella funzionalità, per dare vita ad un’oasi di relax per tutta la famiglia. Visitando le altre sezioni del nostro blog, troverete altri pratici consigli su come arredare la vostra casa! A presto!

Bagni: idee per realizzare una SPA… in casa!

Bagni: ecco come creare uno spazio adibito al relax di mente e corpo! Tante idee per rilassarsi e passare momenti piacevoli in casa!

Gli ultimi trend in fatto di complementi ed accessori d’arredo suggeriscono di arredare i bagni come vere e proprie oasi di pace e di relax, posti ove mente e corpo possono finalmente trovare il giusto equilibrio dopo una stressante e frenetica giornata di lavoro! I bagni odierni tendono a configurarsi come delle vere e proprie SPA e cioè assumono sempre più le fattezze di veri e propri centri di bellezza e di cura della persona. Il bagno diventa sì pratico e funzionale, ma anche esteticamente piacevole. Le nuance, i materiali, come la pietra, il marmo o anche in legno, le forme e le proporzioni avvolgenti, arrotondate e sinuose, tendono a ridefinire questo ambiente domestico ed a trasformarlo da locale di servizio a sala wellness .

E questo anche grazie alle ultime tecnologie: pannelli che con un solo tocco delle dita riescono a gestire contemporaneamente più funzioni, dalla regolazione della luce al vapore; vasche che assumono sempre più la conformazione di piccole piscine e ancora, angoli in cui si “sfruttano” tutti i benefici della aromaterapia o ancora rubinetti a pioggia che simulano lo scroscio delle cascate o ancora ampie vetrate dalle quali ammirare, dall’alto, una vista magnifica. Ecco alcuni bagni da sogno che possono diventare realtà!

Bagni come centri estetici e di benessere: alcuni pratici consigli

Come  trasformare il bagno in una SPA e lasciarsi coccolare da aromi e profumi e da vasche da sogno che non hanno nulla da invidiare ai centri benessere? Innanzitutto, è opportuno partire dalla scelta dei mobili. Puntate su colori neutri e su essenze lignee chiare. Per quanto riguarda la vasca da bagno, optate per un design elegante e sinuoso e scegliete le forme arrotondate, che garantiscono quell’avvolgente delicatezza necessaria per una SPA di successo. E la rubinetteria? E’ possibile puntare su quella che ricrea gli stessi getti d’acqua delle cascate, per una piacevole sensazione di relax sulla pelle. Il bagno si trasforma in un rifugio, un luogo ove perdersi e nel contempo ritrovarsi, magari anche in dolce compagnia!

Bagni e SPA: il nuovo inscindibile binomio!

bathroom-389262_1280

Un bagno degno di essere declinato in SPA deve possedere, esteticamente, oggetti ed accessori in grado di conferire un senso di pace e di benessere. Si a saponi dall’aroma inebriante ed energizzante; non dimenticate di acquistare dei diffusori e di aggiungere qua e là colorate e profumate candele; si anche all’aggiunta di oli essenziali ed a morbidi teli doccia ed asciugamani. Il lampadario, a seconda dei gusti, può essere sfarzoso o minimal, ma è importante puntare su una illuminazione soft  e leggera: si a lampade di precisione da sistemare in prossimità di alcune zone ( come ad esempio gli specchi) o ancora si può puntare su piccoli faretti.

E il colore dell’arredo in generale? Azzurro, avorio, total-white, rosa chiaro per ricreare un ambiente “asettico”, ma nel contempo luminoso. Il vostro bagno si trasformerà in una piccola oasi di piacere con l’aggiunta di pietra e marmo, per ricreare quella perfetta sintonia con il mondo della Natura. La presenza di ampie vetrate, dalle quali poter ammirare dall’alto la frenesia della metropoli o la pace di un paesaggio marino e montano, contribuiranno ad amplificare quelle sensazioni di pace ed armonia interiore che spesso il ritmo frenetico della vita quotidiana va a seppellire…

Bagni e piante per un arredo naturale

bagno-naturale-con-piante

Aloe, orchidee, bambù: no, non stiamo parlando della sistemazione delle piante per il giardino o per il terrazzo, ma del vostro bagno! Oltre agli oli essenziali, alle candele profumate, ai saponi orientali e a bagnoschiuma “aromatici” ed avvolgenti, perché non  posizionare anche fiori e piante in bagno? Se la luce non è eccessivamente soffusa,   potrete scegliere bellissime orchidee, ma non dimenticate l’aloe vera e le altre piante per interni ( sempreverdi o tropicali), come ad esempio il bambù o il capelvenere: energizzanti, colorate, vitali, le piante contribuiranno a rendere l’ambiente positivo ed elegante. Esse possono essere disposte in vasi di vario tipo e materiale; secondo gli ultimi trend possono essere sospese o ancora essere posizionate in prossimità di finestre o appoggiate sulla vasca da bagno.

Bagni con docce e accessori Bossini: qualità, design e…

Dopo questa breve presentazione, soffermiamoci su un marchio d’eccellenza in questo settore : Bossini. E adesso, vi presentiamo qualche originalissima idea per arredare come un centro relax il vostro bagno! Ecco cosa propone Bossini, azienda che produce accessori e docce dal 1960 e che si distingue per qualità, design esclusivo e innovazione.

51B3Z8SyMSL[1]

Bossini Soffione Dream-Oki Flat Ø 470 H384580
ACQUISTA ONLINE >>
 

La Crystal Line è la linea ideale per bagni moderni ed eleganti. Il bagno si trasformerà in un luogo magico e di luce: e tutto questo anche grazie alla partnership con Swarovski Elements.

616eRBxmwxL._SL1166_[1]

Bossini Soffione Dream-Rectangular 400×300 H35370A
ACQUISTA ONLINE >>
 

Una vasta gamma di soffioni doccia per ricreare ambienti raffinati, delicati e originali. I soffioni sono “green”, cioè realizzati con materiali eco-sostenibili. A seconda dei gusti e delle esigenze, essi saranno a cascata oppure a pioggia, con braccio a  muro orizzontale o verticale oppure saranno posizionati di lato o ancora a controsoffitto! E il tutto, per ricreare un’atmosfera magica e positiva!

Le docce Bossini sono uniche ed esclusive. Un tripudio di bellezza e di originalità. Ampia e variegata è la scelta delle rifiniture, sia per soddisfare i gusti della clientela, sia per creare quel perfetto equilibrio tra arredo ed accessori.  Le docce sono multifunzionali, idromassaggio e create rispettando la Natura, perché eco-friendly.

61ldHfGU9wL._SL1200_[1]

Bossini Kit Doccia EXEDRA/4 M004060
ACQUISTA ONLINE >>
 

Il kit Shower Concept ( docce, soffioni o colonne, saliscendi e rubinetteria), renderà il vostro bagno una sala dedita al relax unica ed inimitabile!

 

 

 

Piatto doccia o vasca da bagno? Come fare la scelta giusta

Vasca da bagno e doccia rappresentano due differenti modi di essere e di concepire il bagno. Il dilemma è particolarmente problematico in tutti quei casi nei quali non è fisicamente, o economicamente, possibile inserirli entrambi.

Se si ha a disposizione un bagno spazioso è opportuno valutare l’ipotesi di sistemare sia la vasca che il piatto doccia, in modo da soddisfare tutte le esigenze di chi vi abita. E’ molto importante che tutto sia progettato sin nei minimi dettagli, in modo che l’ambiente risulti confortevole ed esteticamente gradevole.

I vantaggi del piatto doccia

Quando invece è necessario effettuare una scelta, è importante prendere in esame non soltanto i gusti personali ma anche i volumi a disposizione e lo stile che si desidera utilizzare. Soprattutto nel caso di bagni in stile retrò, è certamente più consigliato optare per una bella vasca, anche con piedi decorati. Molto più moderno risulta il piatto doccia racchiuso da un box di cristallo. Il piatto doccia, rispetto alla vasca da bagno, presenta alcuni vantaggi, come il fatto di poter essere utilizzato facilmente anche da chi è in là con gli anni o ha problemi di movimento.

Sul mercato è facile trovare cabine doccia ampie nelle quali sistemare, senza alcun problema, maniglioni e seggiolini ad hoc. Il piatto doccia più richiesto è quello ampio , all’interno del quale possono stare comodamente due persone. I modelli di ultima generazione propongono varie opzioni, come un moderno display che consente di fare la doccia ascoltando la radio.

Le vasche da bagno più ricercate

Di contro, la vasca risulta più adatta a chi ama i rituali rilassanti, alle famiglie con bambini piccoli e a chi preferisce lo stile classico e senza tempo. Fra le vasche più ricercate vi sono, di certo, quelle che offrono la possibilità di godere di sofisticati sistemi idromassaggio. La vasca da bagno, solitamente, è più frequente nei bagni spaziosi perché ha bisogno che vicino sia presente una mensola o un armadio con tutto l’occorrente per l’igiene personale; questo problema non si pone con il piatto doccia perché è sufficiente agganciare un porta prodotti su una parete di muratura. Non bisogna però sottovalutare l’ipotesi di optare per una vasca che si possa chiudere con delle pareti di vetro, o cristallo, e rubinetteria da doccia, ossia dotata di comodo soffione. E’ una soluzione comoda che però non si concilia con le esigenze di chi ha necessità di vivere in una casa priva di barriere architettoniche.

In un bagno dallo stile moderno e lineare si può pensare di scegliere il rivestimento del box doccia di un colore differente, così da ricreare un elemento di rottura molto particolare. La vasca da bagno ed il piatto doccia sono differenti anche sotto il profilo dell’impatto ambientale perché se riempita completamente la vasca impiega una quantità molto maggiore di acqua. La colorazione del piatto doccia e della vasca da bagno è la stessa dei restanti sanitari e deve essere armonizzata con il pavimento, i rivestimenti e le pareti. Da qualche tempo sono nuovamente tornati di moda i sanitari colorati o bicolore, come bianco e nero. Si tratta di soluzioni molto particolari che devono essere valutate tenendo conto tanti particolari, a partire dalla tonalità degli infissi.

Arredare il bagno con il legno: ecco le nuove idee e tendenze del momento

Mille le idee per poter arredare il bagno, in linea con le ultimissime tendenze. Svariati e diversi sono i materiali su cui puntare e tra questi figura sicuramente il legno, che per la sua versatilità, vero in tutte le sue essenze oppure “imitato”, riesce a creare un ambiente “nature” davvero originale. Il bagno diventerà il posto ideale per rilassarsi dopo una frenetica giornata di lavoro, quando finalmente potrete immergervi nelle acque calde, inebrianti e profumate… della vostra vasca. Il bagno rappresenta il luogo dove rigenerarsi e godere finalmente di un po’ di pace e di serenità.

A tal proposito il bagno arredato con mobili ed accessori per la cura della persona in legno risulta essere nel contempo chic ma anche sobrio ed essenziale, invecchiato e vissuto, ma anche elegante. Lo scopo è quello di puntare su elementi originali che riescano a ricreare, combinati tra loro, una atmosfera piacevole e rilassante. E’ possibile optare per un parquet in legno (o ad effetto legno) puntando a seconda dei gusti e dell’arredamento della casa su tinte chiare o più scure.

Lavabo ad effetto legno

Una buona idea sarebbe utilizzare questo materiale per i complementi d’arredo e per gli accessori: che ne dite di un lavabo “incastonato” in un top effetto legno? Ma ancora. Il legno si sposa alla perfezione anche per decorare ed abbellire le pareti ed è anche possibile combinare i diversi stili tra loro, cioè quello classico e quello moderno, dando vita così ad un ambiente davvero unico e personalizzato. A seconda dei gusti (e delle esigenze anche economiche, relative al budget a disposizione), è possibile puntare su mobili ed accessori realizzati in materiali che imitano il legno (che ingannano la vista riuscendo a ricreare sensazioni visive e tattili uniche) o ancora sulle più disparate essenze lignee (abete, noce, castagno, rovere, etc) le cui venature e la cui autenticità porteranno l’ospite in un ambiente caldo, piacevole, rigenerante e famigliare, a contatto con la natura. E’ tra stupore e meraviglia, incredulità e sorpresa lo stridente ed originale contrasto che si viene a creare tra città e natura, quando cioè si decide di arredare il bagno di un appartamento metropolitano in stile nature, adottando cioè il legno che può essere “ mescolato” al vetro oppure alla ceramica e ad altri materiali sia “antichi” che “moderni”.

Su molte riviste dedite all’arredamento, è possibile notare accostamenti particolarissimi: c’è chi abbina il legno non solo al vetro o alla ceramica, ma anche al marmo, travertino e pietra, per un’atmosfera decisamente più classica. Per quanto riguarda la scelta delle superfici, si passa, a seconda dei gusti, da quelle ruvide a quelle lisce e uniformi, dalle ondulate alle dritte e regolari, partendo dal presupposto che i piani, gli accessori ed i mobili debbano trasmettere la singolarità dello stile.  A seconda delle scelte, si può optare per un bagno rustico, rurale, naturale, essenziale ma anche classico, elegante, formale. E adesso, uno sguardo alle tipologie di legno. Se pensate di arredare il vostro bagno puntando su specchi incastonati in cornici da posizionare sopra al lavabo, puntate sul frassino. Le tinte più scure, di norma, prediligono una tipologia di ambiente classico, mentre quelle chiare si sposano perfettamente in ambienti dal gusto più spiccatamente moderno, come il rovere sbiancato.

Bagno, gli elementi essenziali dell’arredo

E adesso, uno sguardo agli accessori. Gli asciugami è bene che richiamino, nelle tinte e nelle nuances, gli elementi essenziali dell’arredo. Si all’avorio, marrone, color champagne, bianco, beige, grigio, cipria. E’ possibile aggiungere un tocco di esotico, qualora lo stile lo richiedesse, inserendo piante tipiche come il bambù. Non dimenticate di scegliere accuratamente saponi e sali da bagno, che risulteranno graditissimi agli ospiti. L’arredamento, a seconda dei gusti e degli spazi, può essere arricchito con comode poltrone e candele profumate per ricreare un’atmosfera zen. E per finire, un occhio ai trattamenti.

Per inserire in bagno complementi d’arredo in legno significa che mobili ed accessori siano stati precedentemente trattati per diventare impermeabili e dunque resistenti all’acqua ed all’umidità, a funghi e muffe grazie all’uso di apposite vernici in grado di rendere “secco” il legno. E voi? Cosa ne pensate dell’arredamento in legno massello o effetto legno in bagno? Arredare è un’operazione difficile e complessa che richiede tempo e dedizione nonché la collaborazione di figure specializzate e professionali. E il bagno in legno, per la scelta degli elementi e dei materiali “naturali”, rappresenta sicuramente una proposta interessante per “vestire” la stanza dell’igiene e della pulizia del corpo con gusto ed unicità.

Mobiletti per il bagno: come sceglierli con stile e massima funzionalità

Il bagno è il luogo nel quale si cura l’igiene personale e la propria immagine. A prescindere dalle sue dimensioni deve essere perfettamente arredato così da garantire la massima funzionalità. Dopo aver stabilito la posizione e le caratteristiche dei sanitari, è opportuno soffermarsi sui mobiletti per il bagno che rientrano fra i complementi d’arredo più indispensabili. Sospesi, ecologici, colorati o retrò devono essere in linea con lo stile scelto, oltre che essere pratici e capienti.

I mobiletti per il bagno custodiscono tutti gli oggetti dedicati all’igiene e alla bellezza, asciugamani, saponi e piccoli elettrodomestici, come per esempio l’asciugacapelli ed il rasoio elettrico. Per individuare i mobiletti per il bagno più adatti è necessario valutare gli spazi disponibili, senza tralasciare l’ingombro determinato dall’apertura della porta, della finestra o del box doccia. Le famiglie possono optare una tipologia di mobiletto destinata ai bambini di casa, preferibilmente a terra, ed una per gli adulti che può anche essere più capiente e sospesa.

Mobiletti per il bagno se è piccolo

Nel caso in cui il bagno sia piccolo si possono preferire mensole e mobiletti da fissare alle pareti; inoltre, se i sanitari sono sospesi è possibile sfruttare questo spazio per riporre piccoli oggetti o scorte di prodotti predisponendo delle mensole. Per regalare l’illusione di ariosità ed ampiezza i mobiletti per il bagno dovrebbero essere, preferibilmente, di colori pastello o neutri, come per esempio l’avorio o il beige.

L’importante è che i singoli complementi siano distribuiti equamente, cercando di evitare di riempire eccessivamente lo spazio, per non creare un effetto fastidioso. Se si è intenzionati a sfruttare le pareti è bene dosare la presenza di quadri valutando, preventivamente, fino a che altezza applicare il rivestimento. La tendenza del momento riguarda i mobiletti per il bagno in materiali naturali, come per esempio il midollino o il legno che può essere con finitura lucida oppure opaca.

Alcuni lavabi sono venduti dotati di spaziosi mobiletti a cassetti o ad anta a battente. Per sfruttare al meglio gli spazi, un’ottima soluzione è rappresentata dalle angoliere che possono essere a terra o sospese. Altrettanto pratiche e belle sono le colonne che possono essere scelte anche completamente a giorno.

Mobiletti per il bagno in stile con i sanitari

I mobiletti per il bagno devono rispettare lo stile e le caratteristiche dei sanitari. Se si è deciso per forme arrotondate e rubinetteria con manopole di ceramica è consigliabile prediligere elementi d’arredo ricercati e preziosi dalle tonalità tenui ed eleganti. Si può giocare con i colori e le asimmetrie nei bagni moderni, dove le linee sono essenziali e pulite ed i mobiletti possono essere anche realizzati ricorrendo al fai da te o a pezzi unici di design.

Un elemento da prendere in esame quando si scelgono i mobiletti per il bagno è la loro resistenza in un ambiente umido e caldo e le modalità per pulirli e preservarli dall’usura. Fra i mobiletti per il bagno rientra il portabiancheria, le cui dimensioni variano secondo il numero di persone che la casa accoglie, deve integrarsi perfettamente per colori e caratteristiche. Può essere di vimini rivestito con stoffe romantiche nei bagni più retrò mentre i più moderni possono sceglierlo di plastica decorata o dai colori fluo.