Come inserire una sedia o una poltroncina negli ambienti di casa: stile e design

Le poltroncine e le sedie sono degli elementi di arredamento che possono arricchire di fascino e rendere funzionale un ambiente. In base alla stanza in cui viene posizionata la poltroncina, essa dovrà avere caratteristiche diverse in base all’uso che se ne fa, allo spazio a disposizione e allo stile. In tutti i casi, una sedia in camera da letto, in salotto, in bagno, nell’ufficio, in cucina può sempre risultare utile. Il vantaggio inoltre è che si tratta un prodotto molto versatile, quindi una volta esaurita la sua funzione in un ambiente, si può facilmente riutilizzare in un altro.

Questo vale, ovviamente, se il prodotto è di qualità. In alternativa sarà destinato al ricambio in tempi relativi. Un complemento d’arredo, come la poltroncina o la sedia, è un fiore all’occhiello che ha il vantaggio di occupare poco spazio. In un metro quadro quindi si può avere qualcosa di molto utile e molto interessante. In commercio le tipologie sono moltissime, per farsi un’idea basta guardare qui: https://www.cappellini.it/it/prodotti/sedie-e-poltroncine. Per fare una scelta ponderata è bene pensare alle caratteristiche che l’articolo deve avere, in base all’ambiente in cui andrà inserito. Gli articoli presenti sul sito proposto sono tutti di qualità e destinati ad accompagnarvi per diversi anni.

Una poltroncina in bagno o in cucina

Una sedia o una poltroncina posizionata in bagno ha principalmente uno scopo decorativo, ma può dimostrarsi anche molto pratica. Di norma non si sederà su questo mobile, o almeno non a lungo, e proprio per questo è possibile sbizzarrirsi sull’estetica del prodotto. La poltroncina in bagno sarà utilizzata perlopiù per appoggiarvi cose e abiti, difficilmente per altro. Dato l’ambiente umido e l’utilizzo nei pressi della sedia di creme e prodotti che potrebbero macchiare, per il bagno è meglio scegliere materiali lavabili e resistenti.

Lo stesso discorso vale anche per questi mobili inseriti in cucina. La differenza in questo caso, però, è che se si tratta di sedie intorno al tavolo da pranzo, è necessario che vi sia anche l’elemento comfort. É normale che in famiglia o con gli amici ci si dilunghi a chiacchierare a tavola a lungo, quindi la seduta deve essere comoda e in linea con l’altezza del tavolo stesso. La dimensione delle sedie in bagno o in cucina dipende dallo spazio a disposizione, in linea di massima, soprattutto per la seconda, si sceglieranno comunque oggetti poco ingombranti.

Le poltroncine in soggiorno, camera, ufficio

Quando si scelgono una o più poltroncine per il soggiorno bisogna trovare il giusto compromesso fra estetica e praticità. Questo ambiente, infatti, è il più vissuto di un’abitazione, quello in cui si passano di norma le serate e in cui si accolgono gli ospiti. Proprio per questo è importante che la poltroncina sia bella da vedere e che impreziosisca la casa. Dall’altro lato bisogna però ricordare che una seduta in soggiorno ha anche un importante ruolo per prendersi qualche istante di relax, per leggere un libro, pensare, prendere un the.

Su una poltrona in soggiorno si può anche trascorrere un’ora o più, quindi è bene che la seduta sia ben comoda. Grazie ai moderni materiali, aziende specializzate permettono di trovare il giusto connubio fra estetica e comfort. Rispetto ad altre stanze di casa, nel salotto si possono anche adottare materiali più delicati come il tessuto o la pelle. Quanto detto per la poltroncina in salotto, vale anche per quella inserita in ufficio o in camera da letto. Ovviamente lo stile del complemento d’arredo deve sposarsi con lo stile dell’ambiente.

Libreria da salotto: tanti consigli utili e pratici

Libreria da salotto: multifunzionalità ed estetica, tanti consigli utili e idee pratiche e piacevoli per arredare con gusto e stile

La libreria da salotto occupa un posto molto importante all’interno dello spazio abitativo e va curata nei minimi dettagli, affinché sia sempre in ordine e custodisca il nostro “sapere”. Per ottenere ottimi risultati dal punto di vista estetico, è necessario adottare dei piccoli ma utili accorgimenti, affinché diventi anche funzionale e pratica e non un mero “contenitore” di oggetti e di libri.

Le librerie di oggi fungono anche da divisorio nell’ambito degli open-space e rappresentano delle soluzioni utili e perché no, anche di forte impatto visivo e scenografico se non si vogliono realizzare lavori in muratura. Le librerie possono trasmettere all’ospite il carattere e la personalità del padrone di casa. Tra le ultime tendenze del 2016, vi segnaliamo quelle double-face, quelle dalle linee insolite e fortemente contemporanee o ancora quelle eco-friendly, realizzate in materiale riciclato. Il legno rimane, comunque, la scelta più apprezzata in cui declinare librerie e complementi d’arredo. Scopriamone di più!

Le pareti attrezzate: l’elegante libreria portaoggetti può trasformarsi in un letto per gli ospiti e coniugare praticità con esigenze estetiche

Le librerie da inserire in un ambiente moderno possono essere pareti attrezzate o  mobili in grado di ottimizzare gli spazi e di possedere diverse funzioni. All’interno di esse, infatti, è possibile custodire oggettistica, libri, Cd e Dvd e ancora televisione e molto spesso sono dotate di piccolo angolo da sfruttare come zona studio, ove allocare anche scrivania e computer. Oggi si fa largo uso, per la sua versatilità e componibilità, della parete attrezzata, realizzata nei materiali più disparati, a seconda dei gusti, dei costi e delle preferenze estetiche, ad esempio è possibile optare per un laminato o per un legno massello.

51CPyBFf+8L._SL1000_[1]

Libreria a sei vani con ante scorrevoli color cemento e bianco laccato lucido

ACQUISTALA ONLINE >>
 

Vi sono poi quelle dotate di ante scorrevoli o ancora con sistemi di apertura e di chiusura o ancora vi sono quelle che con un semplice movimento, permettono di trasformarsi da eleganti librerie e portaoggetti a letti comodi e spaziosi per gli ospiti, soluzione quest’ultima davvero salvaspazio soprattutto se si vive in piccoli appartamenti.

Elementi di continuità per la libreria in sintonia con i dettagli dei complementi e degli accessori d’arredo dell’intero spazio abitativo

Le librerie possono essere sistemate in ogni angolo della casa, sia nella zona notte che in quella giorno. Trovano spesso allocazione anche nella camera da letto, ma è il salotto il luogo in cui più si ama circondarsi di cultura. Oltre alla parete attrezzata, è possibile optare anche per mobili che possono essere fatti realizzare su misura e nel legno o nel materiale che si preferisce. Se si possiede un ambiente aperto, è possibile richiamare gli elementi decorativi della cucina ( linee, forme, colori, materiali) , ad esempio, per conferire al tutto un senso di forte continuità. In un salotto la libreria può essere “arricchita” non soltanto di tv oppure, come già indicato, oggettistica e libri, ma possono essere inseriti anche fotografie, piccoli vasi e piante.

Libreria in salotto: considerare e valutare attentamente alcuni aspetti prima di sceglierla

La libreria può fungere anche da divisorio se si possiede uno spazio aperto. Inoltre è possibile optare per piccole pareti attrezzate dalle forme insolite e originali, ad esempio non necessariamente squadrate, ma dalle linee curve ed arrotondate oppure asimmetriche ed in colori a contrasto. Il tutto dipenderà dall’arredo generale della casa, cioè se classico o moderno oppure contemporaneo. E’ opportuno, però nella scelta della libreria, valutare alcuni aspetti, fra cui la tipologia dei libri da inserire. Se si tratta di grossi manuali, è necessario prediligere librerie robuste e resistenti. La scelta, invece, tra una libreria aperta ed una chiusa con ante e vetri, dipende dall’uso che se ne fa, oltre che da precise esigenze estetiche considerando che un mobile privo di ante richieda un’attenta e costante pulizia, per scongiurare il rischio che la polvere si accumuli di giorno in giorno, pregiudicando il risultato estetico finale.

71638qwHqpL._SL1500_[1]

Libreria SARMASIK – Bianco – Scaffale per ufficio – Scaffale per libri dal design moderno

ACQUISTALA ONLINE >>
 

Infine è possibile spezzare la monotonia di una sola tinta utilizzando il contrasto, ad esempio, dato dal bianco e dal nero, oppure con i materiali e per dare più luce al salotto, è possibile scegliere librerie con faretti integrati. E per finire, come ultimi trend del 2016, vi segnaliamo le librerie e le pareti attrezzate bifacciali. Vasta è dunque la scelta della libreria da salotto: è opportuno lasciarsi guidare non solo dalle ultime tendenze, ma anche dalle proprie esigenze ed attitudini personali per ottenere risultati soddisfacenti e piacevoli.

Corridoi stretti e lunghi, ecco come sfruttare gli spazi al meglio

Corridoi: ecco come ottimizzare lo spazio e su quali complementi d’arredo e mobilio puntare

I corridoi stetti e lunghi non rappresentano, diversamente da quanto si può pensare, una pecca all’interno di una abitazione, ma essi sono una risorsa da sfruttare al meglio. Ottimizzare gli spazi in quelli che troppo spesso appaiono come dei luoghi angusti e bui è possibile seguendo alcuni pratici e utili consigli. Oggi si fa largo uso degli ambienti aperti, ma fino a qualche tempo fa, il corridoio era quella porzione di spazio che dava accesso diretto alle varie camere della casa. Per chi ha un’abitazione dotata di corridoio e non sa proprio come fare per arredarlo, troverà, qui di seguito, i consigli giusti, validi sia per una casa moderna che classica.

Praticità e funzionalità: piccole regole di partenza per l’arredo dei corridoi

La parola d’ordine è praticità. Il corridoio deve diventare funzionale e non uno spazio lasciato a se stesso. E’ possibile, ad esempio optare per una parete attrezzata, che può trasformarsi in una libreria o comunque in un mobile atto a contenere gli oggetti più disparati ( cd, libri, piccoli elettrodomestici). Innanzitutto è buona norma provvedere alla sua illuminazione scegliendo di tinteggiare le pareti con colori neutri o comunque molto chiari, per ingigantire considerevolmente lo spazio. Tra le tinte più scelte figura sicuramente il bianco. Se le pareti vanno illuminate con colori molto chiari, la pavimentazione può essere arricchita da tappeti colorati, se ovviamente sono in sintonia con il mobilio generale della casa.

tappeto-da-corridoioTappeto Runner da Corridoio o Ingresso – Rosso con Cerchi – 60 & 70 cm di Larghezza – L: 10ft (3.05m) x W: 70cm

ACQUISTALO ONLINE >>

Corridoi lunghi e stretti: “illuminarli” a partire dalle pareti

Alla pareti tinteggiate di bianco o comunque di tinte molto chiare e delicate, possono essere appesi piccoli quadri, stampe vintage, fotografie poste in vivaci cornici realizzate in cromie variegate e colorate oppure degli specchi, che garantiscono profondità e riescono a far apparire gli spazi più ampi e più vasti. Ma non è tutto. Non dimentichiamoci della carta da parati, tornata decisamente alla ribalta. Lungi dall’essere considerata demodé, la carta da parati può rappresentare un’ottima soluzione per vivacizzare ulteriormente il corridoio: è possibile optare per quella con disegni tridimensionali, tipo trompe d’oeil, che consente di ampliare lo spazio. E non dimenticate di curare l’illuminazione, optando per plafoniere o piccoli faretti.

61nmdygEMnL._SL1118_[1]Ivation – Faretto a 6 LED con sensore movimento automatico – Dispositivo per l’illuminazione di corridoi con alimentato da batterie e con sensore movimento & luce integrato e Timer luce regolabile

ACQUISTALO ONLINE >>

Nicchie, armadi a muro, controsoffitto e…

I più fortunati possono creare anche delle nicchie all’interno dei corridoi, che possono essere sfruttate, ad esempio, per creare dei comodissimi armadi a muro o ancora si possono ricavare, sempre dalle nicchie, delle mensole da usare come “contenitori” per gli oggetti più disparati. Non va dimenticato, inoltre, il ruolo positivo che potrebbe svolgere il controsoffitto in un corridoio: se il corridoio è bianco e quindi anche, molto luminoso, si può giocare con i contrasti, rompendo la “monotonia” del white con un controsoffitto realizzato in essenze lignee scure.

armadio-a-muro-corridoioTS Ideen 5128 Scaffale ad Innesto, Scarpiera, Armadio a Muro per Corridoio, Bianco Trasparente

ACQUISTALO ONLINE >>

Come scegliere il mobilio da inserire nei corridoi

All’interno dei corridoi, anche di quelli molto stretti, inoltre, possono essere sistemati diversi mobili e complementi d’arredo. Si va dalla panca, alla cassapanca e fino alle scarpiere, che vanno scelte in un ottica di continuità con l’arredo della casa. Se il corridoio è eccessivamente buio, inoltre, si può optare, se le esigenze estetiche lo consentono, per colori chiari anche nella scelta del legno. Laddove lo spazio lo consenta, è possibile allocare nei corridoi anche consolle oppure  appendiabiti. Specialmente nei corridoi molto ampi e larghi, è possibile creare, tramite pareti realizzate in cartongesso, dei piccoli ma capienti ripostigli e ancora, è possibile, qualora la lunghezza del “cielo” lo permetta, creare un soppalco, da utilizzare, ad esempio come zona studio.

I corridoi, dunque, con questi piccoli ma utilissimi accorgimenti, non appaiono più, semplicemente, come degli spazi dediti al passaggio, ma diventano parte integrante e funzionante dell’intero spazio abitativo.

Il salotto 2016: stili, proposte, idee e ultimissime tendenze

Il salotto 2016 si presenta in diversi stili: da quello classico che rievoca epoche passate a quello industrial, dal nature all’intramontabile mood vintage

Difficile definire il salotto 2016 con uno stile univoco. Come per gli anni passati, a seconda dei gusti, delle preferenza e dello stile della casa, il salotto sarà eclettico, declinato in diversi stili: dal vintage  a quello nature, da quello più spiccatamente classico al moderno. La palette cromatica spazia dai toni caldi a quelli più “ruvidi” e freddi del salotto industriale, che trasforma lo spazio in una vecchia fabbrica dimessa. Non manca lo charme e l’eleganza del salotto in stile classico, ispirato alla Francia d’altri tempi e nemmeno il forte richiamo alla natura. Ecco alcune proposte per arredare, con gusto e con un occhio sempre attento agli ultimissimi trend, la zona living.

Il salotto di ispirazione classica: lo charme francese

salotto-stile-francese

Salotto provenzale – Divano Mod. Provenza  (Foto da DI TRE ITALIA srl – Ditreitalia.com)

 

Il salotto ispirato al tempo passato si presenta con una sottile venatura aristocratica. Se nella stanza vi è il pavimento in cotto, decorazioni murali, è opportuno puntare su un arredo in bianco e rosa o in legno restaurato. “Basteranno” un divano ottocentesco, un tavolino con argenteria ( come ad esempio teiere) , una poltroncina, un altro tavolino posto in un angolo con raffinati portafotografie o ancora piccoli oggetti di valore  per rendere la zona adibita al relax  alla pari di un salotto francese d’altri tempi.

Dello stesso charme vanno scelte con cura le tende che possono essere ad esempio sontuose e lunghe fino a toccare il pavimento con mantovana e da prediligere in nuances chiare, in perfetta linea con l’arredo. Il salone, inoltre, può essere delimitato da porte a vetri, per far filtrare ulteriormente la luce. Molto apprezzato, sia per le cucine che per il salotto, è anche il gusto provenzale: credenze antiche con brocche e ceramiche decorate, fiori,  lampade o sedie  in ferro battuto, tappeti di corda per un gusto fresco e chic.

Salotto 2016: il vintage trionfa ancora e in tonalità più forti e più decise rispetto al 2015

salotto-stile-vintage

Salotto stile vintage

 

E dopo il salotto di ispirazione classica, ecco quello vintage. Si a colori decisi e più forti rispetto a quelli che hanno caratterizzato l’arredo dell’anno appena passato. Il soggiorno avrà una precisa parola d’ordine: dovrà ispirare allegria e benessere. Colori come il giallo limone e il blu elettrico sono tra i più richiesti. Ed ecco qualche pratico consiglio per creare un salotto vintage di successo: inserire una vecchia macchina da cucire o vecchia macchina da scrivere su una scrivania o ancora un orologio o un vecchio ferro da stiro ma anche un telefono anni Sessanta.

In una credenza lasciare intravedere vecchie stoviglie e ceramiche o ancora inserire nell’ambiente una vecchia poltrona stile anni Cinquanta o ancora una vecchia valigia, di quelle che i nostri nonni impiegavano per i lungi viaggi e trasformarla in un tavolino dal gusto retrò. Il vintage può essere, a seconda dei gusti, più o meno stravagante ed è importante avere un preciso periodo di riferimento: lo stile vintage degli anni Venti, infatti, è molto diverso da quello anni Sessanta e se si mixano troppo gli stili, si rischia di cadere nella disarmonia, il che comprometterebbe il risultato finale.

Il salotto industriale: ecco gli ultimi trend

salotto-industriale

Salotto industriale

 

Dal romantico al vintage, si passa all’industriale. Metallo e legno, colori forti, complementi d’arredo con ingranaggi bene in vista ( è il caso ad esempio degli orologi da parete) o ancora è possibile abbellire il salotto con quadri dal gusto retrò, magari che riportano alla mente vecchie locandine di film di successo dell’epoca prescelta, ad esempio quella del boom industriale degli anni Sessanta.

Il salotto industriale contempla anche complementi d’arredo vintage, come il divano, da scegliere in tonalità accese. Lo spazio circostante somiglia ad una vecchia fabbrica dismessa: ritroviamo i toni del grigio, texture forti, contrasti stridenti tra materiali e colori differenti. Un angolo della parete può essere sfruttato ricreando i mattoni con cui venivano costruite le vecchie fabbriche. Il salotto industriale appare più freddo di quello classico, ma mescolando saggiamente gli elementi giusti, si otterrà un effetto ugualmente accogliente.

La Natura predomina nel salotto 2016

salotto-nature

Salotto stile nature

 

Vintage, romantico, industriale ma anche “naturale”: la zona living diventa uno spazio caratterizzato da colori sobri, nuances pastello, motivi floreali. Si va dal verde bosco al lime, dal giallo canarino al grigio, passando per l’azzurro e il cobalto. Tende e tessuti sono chiari e leggeri, realizzati in tessuti naturali come cotone e lino o anche lana, mentre diversi punti luce dislocati all’interno dell’ambiente, come lampade o faretti, aiutano a rendere luminosa l’atmosfera anche di sera.

Tende e vasellame, oggetti d’arredo come centrotavola li ritroviamo nelle delicate nuances pastello. Si anche ai toni delicati del rosa, mentre per rinfrescare le pareti, scegliete il tortora. I colori, dunque, richiamo la terra, in tutte le sue sfumature ( dai colori freddi a quelli più caldi). Il salotto nature è funzionale e discreto. Non mancano elementi di grande pregio: mobili, come ad esempio tavolini, in cui siano ben visibili le venature lignee. Si anche ad oggetti in sughero, a quelli in pietra o in marmo. Ritorna anche la carta da parati, scelta ad esempio in delicati motivi floreali. E per finire, si anche a complementi d’arredo eco-friendly.

E tra le ultimissime novità…

sedia-a-dondolo

Sedia a dondolo M41 legno 84x54x96cm ~ noce seduta rattan
ACQUISTALA DA QUI >>
Perfette per ogni stile sono sedie o poltroncine a dondolo, sia dal gusto retrò che più spiccatamente moderno, cioè realizzate in materiali e tessuti di ultima generazione. Il 2016 vede anche il ritorno di tende, tovaglie e centrini in pizzo o merlettati, rivisitati in nuances spesso scostanti dalla tradizione e quindi in blu, verde o in colori più caldi. Sul tavolo del soggiorno, moderno e scuro, ad esempio, può essere abbinata una tovaglia in pizzo classico ed in questo caso la tenda può essere scelta nello stesso motivo della tovaglia. E’ importante però non esagerare, per non creare inutili accozzaglie di stili privi di senso.

carta-da-parati

Carta da parati in stile moderno, con motivi a onde tridimensionali, colore: bianco panna / argento, 70 x 840 cm
ACQUISTALA DA QUI >>
In linea di massima per arredare il salotto 2016 è importante puntare sull’essenzialità, sulla funzionalità e soprattutto sul minimal, che scongiura il rischio di cadere nell’eccesso. Il troppo storpia, meglio puntare su pochi elementi, ma che sappiano ricreare atmosfere calde ed accoglienti. Ritorna anche la carta da parati, sia in decori che richiamano ambienti naturali, sia in colori neutri, per un aspetto discreto e delicato.

Ritorna anche lo stile nordico che con le sue geometrie dal mood contemporaneo, i suoi mobili come ad esempio le pareti attrezzate in legno naturale, con la prevalenza del bianco e dei tessuti animalier per tende e tappeti, sembra conquistarci ancora.

televisore-parete-attrezzata

MOBILE DA SALOTTO PARETE ATTREZZATA COMPONIBILE
ACQUISTALO DA QUI >>
E il televisore, quale collocazione merita? Non solo al centro della sala, ma anche  in un angolo della parete attrezzata ad esempio, decisamente più nascosto, dunque, ma pur sempre in linea con il divano ( da posizionare di fronte o lungo la diagonale di divano o poltrone), badando che non vi siano riflessi sullo schermo tali da pregiudicarne la buona visione.

Variegate sono le proposte per arredare il salotto 2016, non credete?

 

 

 

 

Parete attrezzata moderna, la soluzione ideale per sfruttare gli spazi vuoti

La parete attrezzata è la soluzione d’arredamento più richiesta per il soggiorno perché consente di sfruttare gli spazi in maniera pratica e funzionale. La parete attrezzata moderna è concepita per alloggiare, principalmente, il televisore e l’impianto stereo ma anche libri, cd, dvd e documenti.

L’estensione di una parete attrezzata moderna dipende, soprattutto, dalle dimensioni della parete da arredare. Nel caso di una stanza poco ampia è sempre meglio prediligere i modelli costituiti da più bussolotti, anche di varie dimensioni; inoltre, è consigliabile scegliere un numero ridotto di elementi da sistemare, prevalentemente, sospesi. Alternare sapientemente gli spazi consente sia di dare maggiore profondità all’ambiente che di renderlo movimentato e creativo.

Pareti attrezzate moderne: le principali tipologie

Può essere di differenti tipologie, come per esempio modulare, componibile o a schema fisso, specificatamente pensate per chi è alla ricerca di un prodotto da utilizzare subito.

Le pareti attrezzate modulari

parete-attrezzata-modulareSoggiorno parete completa modulare rovere e laccato bianco SO3319 L270h200p45

ACQUISTALA ONLINE >>

 

Le pareti modulari sono composte da alcuni pezzi, per esempio vetrine, accanto ai quali affiancarne altri, sia sospesi che a terra; sono piuttosto versatili e possono essere ampliate nel corso del tempo o in base al variare delle proprie esigenze.

Le pareti attrezzate componibili

parete-attrezzata-componibileMOBILE DA SALOTTO PARETE ATTREZZATA COMPONIBILE art.va1054

ACQUISTALA ONLINE >>

 

Le pareti componibili sono su misura e quindi perfettamente in grado di adattarsi ad ogni spazio, angoli compresi; si rivelano particolarmente utili in caso di soffitto mansardato o di pareti irregolari.

Le parete attrezzate a schema fisso

pareta-attrezzata-claudiaMobile da soggiorno Claudia grigio e bianco mod. 2 (2,5m), Letti e Mobili

ACQUISTALA ONLINE >>
 

 

Le pareti attrezzate a schema fisso sono l’esatto opposto di quelle modulari e come si può facilmente immaginare dal nome sono caratterizzate da una struttura portante fissa con forme e dimensioni predefinite e non modificabili.

Tre modelli di pareti attrezzate moderne della Lube, nell'ordine modello
Tre modelli di pareti attrezzate moderne della Lube, nell’ordine da sinistra verso destra i modelli Claudia, Martina e Gallery

Pareti attrezzate: materiali e colori

La parete attrezzata moderna può essere realizzata con linee essenziali e pure che vengono esaltate dall’utilizzo dell’acciaio e di altri materiali. Le pareti attrezzate moderne sono realizzate con materiali d’avanguardia, resistenti e performanti perché antigraffio e flessibili come il policarbonato.

I colori possono essere neutri e chiari, perfetti per dare luce alla stanza oppure accesi e brillanti. Se l’arredamento è all’avanguardia, la parete può essere impreziosita da piccoli decori oppure può essere bicolore.

Nel caso del legno fra le tante finiture disponibili, sono molto richieste le laccature lucide che rendono l’ambiente moderno e raffinato. Una parete attrezzata moderna, nella maggioranza dei casi, è caratterizzata da alcuni elementi in vetro, come per esempio le mensole, che possono essere avere lavorazioni particolari come la sabbiatura.

Come scegliere la parete attrezzata adatta alle proprie esigenze

Sul mercato si ha una vasta scelta di pareti attrezzate moderne di ottima fattura a costi accessibili.

Per individuare la parete attrezzata moderna più adatta alla proprie esigenze è fondamentale sapere, con esattezza, quali sono gli spazi che si intende arredare e le loro esatte dimensioni; un dettaglio molto importante riguarda l’ingombro rappresentato dal televisore e dagli altri elettrodomestici, come per esempio le casse dell’impianto stereo ma anche da porte e finestre.

Se la parete attrezzata moderna deve contenere soprattutto enciclopedie e libri è preferibile optare per modelli con poche ante che invece, risultano imprescindibili se si devono custodire piccoli oggetti o stoviglie. Oltre alle soluzioni ibride, che alternano elementi chiusi ed aperti, si trovano bellissime pareti attrezzate moderne a giorno, ideali per contenere elettrodomestici, soprammobili e libri. E’ questa una soluzione molto adatta per soggiorni arredati con uno stile minimal e sobrio.

Al momento della scelta bisogna soffermarsi sull’apertura delle ante che possono essere tradizionali oppure a ribalta da un lato e sulla qualità dei materiali. Ma soprattuto, prestare attenzione che la parete attrezzata sia davvero resistente perché sarà destinata ad arredare ambienti nei quali si trascorrono molte ore della giornata.